Il MiPAAF al Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce 2018

Una collaborazione che profuma di mare e che mira a promuovere la pesca intelligente e compatibile, insieme a uno sviluppo sostenibile e inclusivo delle comunità che dipendono da quest’attività simbolo di un territorio e della sua storia. Il Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce (5-8 luglio 2018 / Lungomare Simonetti) di Fano annuncia l’importante collaborazione con il Ministero delle Politiche Alimentari e Forestali. Il Mipaaf, grazie ai finanziamenti del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la Pesca (FEAMP) 2014/2020, ha deciso di sostenere la XVI edizione del Festival dedicato al piatto povero della tradizione marinara fanese.

Tutti i giorni di Festival, dalle 19 alle 22, la Cavea del Lido, sarà dunque pronta a ospitare le famiglie in arrivo a Fano per far loro conoscere lo strabiliante mondo del mare, i pesci che lo popolano e l’ambiente in cui vivono. Un modo divertente ed efficace per far loro imparare a rispettare il mare e, di conseguenza, il nostro pianeta.

I visitatori del Festival, in particolare le famiglie, avranno quindi l’opportunità di affacciarsi al mondo della pesca e della marineria con “Brodetto & Kids”, nata proprio dalla collaborazione con il Ministero delle Politiche Alimentari e Forestali e allestita nella suggestiva Cavea del Lido di Fano. L’iniziativa è volta a far scoprire ai più piccoli un grande tesoro presente nell’Adriatico: il pesce, alimento prezioso soprattutto per i bambini come fonte di omega 3, proteine nobili altamente digeribili, sali minerali e vitamine.

“Alla base della strategia, che indirizza anche le iniziative promosse al Festival del Brodetto, vi è la consapevolezza che le risorse del Mare vanno salvaguardate attraverso un utilizzo sostenibile e condiviso, con programmi di gestione che utilizzino le conoscenze scientifiche a supporto dell’occupazione e dell’economia. Questo approccio deve orientare ogni settore collegato all’economia del mare, come quello agroalimentare che oggi vediamo esprimersi con tutta la sua vitalità nel contesto del Festival”, comunicano dal Mipaaf.

“Il Festival di Fano rappresenta un punto di riferimento importante per la stagione estiva marchigiana e tra le manifestazioni enogastronomiche più prestigiose in programma. Tutta la filiera istituzionale – dal Comune alla Regione, al Ministero – ha collaborato per il rilancio di un evento che, anche come assessorato regionale alla Pesca, vogliamo valorizzare. Il pesce è una risorsa fondamentali dei nostri mari che alimenta uno dei settori produttivi più significativi e da rilanciare dell’economia marchigiana. In un momento in cui la pesca soffre ovunque, a livello nazionale, iniziativa come questa contribuiscono a favorire una conoscenza dei problemi, a delineare soluzioni, a promuovere il territorio. Inserendo la manifestazione di Fano in un contesto regionale, favoriamo la diffusione di un’eccellenza locale tra le più peculiari e la valorizzazione dell’intero settore turistico enogastronomico regionale”, Angelo Sciapichetti, Assessore alla Pesca Regione Marche