Settore ittico. Coldiretti, bene Di Maio su stop aumento IVA

Il previsto aumento dell’IVA colpirebbe anche il settore ittico andando ad  incidere negativamente sulla sua ripresa.

È importante scongiurare il previsto aumento dell’IVA per sostenere i consumi e la ripresa. È quanto afferma la Coldiretti nel commentare positivamente le dichiarazioni del vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico e del lavoro Luigi Di Maio sull’impegno al disinnesco delle clausole di salvaguardia per evitare l’aumento dell’Iva.

Un pericolo che – sottolinea la Coldiretti – riguarda anche beni di prima necessità come carne, pesce, yogurt, uova, riso, miele e zucchero con aliquota al 10% e il vino e la birra al 22% che rappresentano componenti importanti nei consumi delle famiglie. La spesa alimentare – conclude la Coldiretti – è la principale voce del budget delle famiglie dopo l’abitazione con un importo complessivo di 244 miliardi ed è quindi un elemento fondamentale per la ripresa dell’economia.