Acquacoltura. Potenziamento degli allevatori di tilapia su piccola scala in Zambia

L’acquacoltura sostenibile è in grado di garantire sia valore sociale che economico. Attraverso processi di innovazione e maggiore informazione anche le comunità più svantaggiate possono guardare alla prosperità a lungo termine.

È stato lanciato un nuovo progetto di sviluppo comunitario in acquacoltura, per incoraggiare gli allevatori di tilapia dello Zambia a operare in modo più sostenibile utilizzando mangimi di qualità.

Al progetto, che interessa la regione di Mpulungu, nel nord dello Zambia,  e lanciato dal produttore di mangimi Skretting,  partecipano quarantacinque allevatori, di cui il 44% sono donne. Il programma è stato avviato nel 2017 e ufficialmente lanciato a fine luglio di quest’anno.

Per molto tempo, gli allevatori dello Zambia hanno cercato di ottenere mangimi di buona qualità“, afferma Jurre Zaal, direttore generale di Skretting Zambia. “Skretting è felice di colmare questa lacuna e fornire mangimi e servizi di cui hanno bisogno attraverso iniziative come questo progetto di sviluppo della comunità”.
Responsabilizzare i piccoli agricoltori affinché gestiscano fattorie produttive e redditizie è fondamentale se vogliamo alimentare il futuro in modo sostenibile, e Skretting si trova in una posizione privilegiata per aiutare il trasferimento di conoscenze e competenze a questi gruppi. Attraverso i progetti di sviluppo della comunità, Skretting vuole creare un valore condiviso, valore economico e valore sociale, affrontando i suoi bisogni e le sue sfide.

“L’alimentazione di qualità e il servizio tecnico d’eccellenza accelereranno i progetti di piscicoltura nella provincia e aiuteranno gli allevatori ad affrontare alcune delle principali sfide”, ha riferito Ramans Kayumu, ufficiale provinciale della pesca del Ministero della pesca dello Zambia.

I partecipanti al progetto prepareranno i loro impianti di acquacoltura/stagni durante tutto il mese di agosto per essere pronti a fare scorta di giovani esemplari a settembre.

Foto: www.skretting.com