Più innovazione tecnologica per ottimizzare i processi di acquacoltura e migliorare l’impronta ambientale

Un nuovo software innovativo è stato sviluppato nell’ambito del Danish Green Development and Demonstration Program (GUDP)  per migliorare l’impronta ambientale dell’acquacoltura e ottimizzare i processi nella piscicoltura.

Il progetto GUDP ha lo scopo di sviluppare uno strumento avanzato in grado di raccogliere ed elaborare i dati dalle parti interessate nel settore dell’acquacoltura, compresi i fornitori e gli acquacoltori, in un database basato su cloud condiviso.

Negli ultimi decenni, il mondo dell’information technology è avanzato in modo significativo, così come l’industria dell’acquacoltura. Tuttavia, la combinazione di entrambi è ancora agli inizi.

“Il progetto GUDP mira a combinare IT e acquacoltura per sviluppare strumenti intelligenti, facili da implementare e di facile utilizzo che possano condurre a una nuova era di acquacoltura connessa, responsabile ed efficiente, e quindi sostenibile,” ha affermato Paw Petersen, Amministratore delegato, OxyGuard International A / S.

Il progetto è guidato da OxyGuard International e si basa sui contributi di molte aziende innovative di acquacoltura danesi, tra cui BioMar, Danish Salmon, AquaPri, Danaqua, Aller Aqua, Kongeåens Dambrug, DTU-Aqua e l’Università di Copenaghen. La collaborazione a questo livello con un numero elevato di sostenitori contribuisce a potenziare lo sviluppo e l’utilizzo dello strumento. In questo modo, il progetto garantisce anche che tutte le parti della catena di produzione dell’acquacoltura siano prese in considerazione.

Elaborazione dati

Per l’elaborazione dei dati, il software si baserà su tecnologie quali big data, internet of things (IoT) e machine learning. Ciò porterà ad un miglioramento degli allevamenti, all’utilizzo ottimizzato di mangime e ossigeno e ad una serie significativa di altre cose che, nel complesso, contribuiranno a ridurre l’impatto ambientale dell’acquacoltura.

Ole Christensen, vicepresidente per la Divisione EMEA di BioMar, ha dichiarato: “Per BioMar, l’obiettivo è aiutare i nostri clienti a diventare più efficienti e più sostenibili anche dal punto di vista economico. La partecipazione a progetti di questo tipo ci aiuta a realizzare la nostra strategia di innovazione per un’acquacoltura sostenibile per oggi e domani. “