Acquacoltura. Ridurre le perplessità del consumatore attraverso una efficace strategia di comunicazione

Puntare su una strategia di comunicazione per raggiungere in modo efficace ed economico il settore del foodservice statunitense e ridurre le perplessità dei consumatori fornendo, con un messaggio coerente, informazioni scientifiche sui prodotti ittici allevati ​​negli Stati Uniti e sulla regolamentazione ambientale.

Questo è l’intento del progetto “Increasing demand for U.S. farm-raised seafood in the food service sector through industry partnerships” (L’aumento della domanda di prodotti ittici allevati ​​negli Stati Uniti nel settore dei servizi alimentari attraverso partnership industriali) che sarà condotto da una rete efficace tra New York Sea Grant (NYSG), National Aquaculture Association, Cooperative Extension, National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) e diversi esperti del settore acquacoltura.

Questo progetto si basa sugli sforzi di Michael Ciaramella (NYSG).  L’estate scorsa, Ciaramella ha inserito diversi stagisti nella forza lavoro del settore acquacoltura attraverso il programma  Fish-to-Dish Intern , che ha introdotto gli studenti in un settore con un eccezionale potenziale di crescita e ha dato loro la possibilità di intraprendere una carriera nel settore.

I finanziamenti per questo progetto provengono dal NOAA e dal National College Program nell’ambito di un investimento di 11 milioni di dollari in 22 progetti volti a promuovere lo sviluppo sostenibile dell’industria dell’acquacoltura statunitense marina e costiera.

“New York Sea Grant è un programma fondamentale che fornisce risorse ai nostri pescatori e alle imprese locali e questo finanziamento federale li aiuterà a portare a termine questa importante missione”, ha affermato il membro del Congresso Lee Zeldin“Il loro lavoro vitale aiuta a preservare e sostenere la nostra industria locale della pesca. Con l’importazione del 90% dei prodotti ittici consumati nel nostro paese, dobbiamo garantire che i nostri pescatori abbiano accesso alle risorse di cui hanno bisogno per sostenere e far crescere le loro imprese “.