Pesca al rossetto. Mai: “Importante risultato per il comparto della pesca ligure”

“La Commissione europea ha approvato il rinnovo della pesca in deroga del rossetto. La deroga riguarda sostanzialmente la distanza minima dalla costa e la profondità minima per le sciabiche da natante utilizzate per la pesca della specie ittica rossetto (aphia minuta)”. Lo ha annunciato qualche giorno fa l’assessore all’Agricoltura e Pesca di Regione Liguria Stefano Mai.

La proroga – spiega l’assessore Stefano Mai – è stata concessa fino al 31 marzo 2021 ai pescherecci che sono già autorizzati a operare in Italia, e specificatamente per la zona di pesca GSA9 che comprende le acque territoriali adiacenti alle coste della Liguria e della Toscana”.

Viene concessa la possibilità, quindi, di continuare la pesca del rossetto effettuata con sciabiche da natante utilizzate da imbarcazioni: registrate nella Direzione marittima di Genova e Livorno; aventi un’attività comprovata di oltre cinque anni in questo tipo di pesca e per le quali sia escluso qualsiasi aumento futuro dello sforzo di pesca; titolari di un’autorizzazione di pesca e operanti nell’ambito del piano di gestione che abbiamo adottato.

“Una sfida vinta per tutto il comparto della pesca ligure, ma anche il punto di partenza per raggiungere altri traguardi che restituiscano dignità ai nostri pescatori. Ringrazio i miei uffici – continua l’assessore Stefano Mai – i nostri consulenti tecnici che hanno saputo sostenere in qualità di capofila la nostra richiesta dinanzi la Commissione europea, i colleghi della Toscana, le associazioni di categoria, il comitato di pilotaggio e il Ministero per la grande collaborazione dimostrata”.