L’industria ittica vietnamita si dice ottimista sull’accordo di libero scambio con l’UE

L’industria ittica vietnamita spera che l’accordo di libero scambio che sta portando a termine con l’Unione Europea contribuirà a rafforzare fortemente le vendite e ad aiutare il paese a diventare più competitivo nelle esportazioni.

Il 17 ottobre, la Commissione europea ha accettato di presentare l’ accordo di libero scambio UE-Vietnam (EU-Vietnam Free Trade Agreement EVFTA) al Consiglio europeo che dovrebbe entrare in vigore nel 2019, manca di fatto ancora la ratifica.

Una volta che l’accordo entrerà in vigore, gli esportatori di prodotti ittici del sud-est asiatico avranno “enormi opportunità” per accelerare le esportazioni verso l’UE, ha sottolineato l’agenzia governativa Directorate of Fisheries of Vietnam in un annuncio pubblico. Circa la metà delle tasse di importazione dei prodotti ittici dal Vietnam all’UE sarà rimossa immediatamente dopo l’entrata in vigore dell’accordo, mentre il resto sarà eliminato entro sette anni dalla data effettiva del patto. L’UE, tuttavia, assegnerà al Vietnam contingenti annuali per le importazioni esenti da dazi di 11.500 tonnellate (MT) di tonno in scatola e 500 tonnellate di palline di pesce in scatola. Ulteriori volumi oltre le quote saranno tassati, secondo quanto riferito dal National Institute for Finance.

Nei primi nove mesi del 2018 il Vietnam ha esportato nell’Unione Europea 967 milioni di euro di prodotti ittici, principalmente gamberetti, pangasio e tonno, segnando un aumento del 6,2 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Il più grande esportatore di pangasio del Vietnam, Vinh Hoan, ha dichiarato che il pangasio vivo, fresco, essiccato e congelato (codificato HS03) è attualmente tassato al 5,5% dall’Unione Europea e altri prodotti di pangasio (HS16) sono tassati al 7 per cento. L’EVFTA eliminerà tutte le tariffe UE in tre anni per la prima fascia prodotti e in sette anni per la seconda dopo l’entrata in vigore dell’accordo.

Vinh Hoan ha dichiarato che le sue esportazioni verso l’UE hanno sofferto negli ultimi anni a causa di messaggi negativi sui media europei in merito alla sostenibilità della produzione di pangasio e a causa di “campagne diffamatorie” gestite da organizzazioni europee non governative.

L’effetto di riduzione tariffaria dell’EVFTA potrebbe tuttavia offrire al settore del pangasio vietnamita l’opportunità di riconquistare la sua importanza aumentando la competitività del pangasio non trasformato che rappresentao la grande maggioranza delle esportazioni.