Le malattie professionali nel settore della pesca. Mininni, usurante il lavoro del pescatore
In evidenza

14 Aprile 2017
Author :  

Presentato ieri a Roma da Flai Cgil il convegno “Le malattie professionali nel settore della pesca". L’iniziativa, alla quale ha partecipato tra gli altri il sottosegretario Giuseppe Castiglione è servita ad evidenziare che ne settore della pesca non viene applicata la norma sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

La Flai ha chiesto a viva voce la modifica delle tabelle Inail, il riconoscimento alla pesca come lavoro usurante e l'applicazione del TU 81. Si è tornato a chiedere di porre maggiore attenzione al Piano Triennale e al finanziamento Fospe, strumento utile sostituire la cassa in deroga.

"L’Organizzazione Internazionale del Lavoro ha classificato il settore della pesca tra i più pericolosi. Abbiamo denunciato la mancata applicazione del TU 81 ai lavoratori della pesca, anche con una copiosa raccolta di firme; abbiamo prodotto opuscoli informativi e manuali per la sicurezza a bordo; distribuito dispositivi e fatto campagne sulla sicurezza. La pesca ad oggi non è riconosciuta esplicitamente nelle tabelle infortuni, ma da ricercare in altri settori". Così Giovanni Mininni, Segretario nazionale Flai, nel suo intervento.

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Top
L'Utilizzo dei cookie migliorano il nostro sito . Continua ad utilizzare questo sito web, dai il consenso all'utilizzo dei cookie . More details…