Pesci piatti. Come il consumatore può riconoscere le diverse specie
In evidenza

15 Dicembre 2017
Author :  

I pesci piatti o Pleuronettiformi si distinguono principalmente grazie a due aspetti: da quale parte è rivolta la testa e dall’opercolo, se è ricoperto di pelle oppure è ben visibile.

Per vedere da quale parte è rivolta la testa bisogna posizionare il pesce con la parte pigmentata verso l’osservatore e collocare la bocca e le pinne giugulari verso il basso. Ad esempio, le sogliole hanno la testa rivolta verso destra e l’opercolo ricoperto di pelle, mentre i rombi hanno il muso a sinistra e l’opercolo ben evidente.

La sogliola comune (Solea solea) ha una macchiolina nera sulla pinna pettorale e ha le pinne anali e la pinna caudale unite da una membrana più o meno visibile.

La sogliola pelosa (Monochirus hispidus) è più spessa rispetto alle altre sogliole, non presenta alcuna macchia sulla pinna pettorale, invece presenta una fascia scura a forma di V rivolta verso la testa sul peduncolo caudale.

La sogliola del porro (Solea lascaris) presenta una macchia sull’estremità della pinna pettorale contornata da un alone biancastro, ma nella parte non pigmentata la narice assume una forma di rosetta.

La sogliola turca (Synapturichthys kleinii) ha una macchia sull’attaccatura della pinna pettorale contornata da un alone biancastro e nella parte cieca la narice ha una forma a cupola.

La sogliola occhiuta (Microchirus ocellatus) è la più facile da riconoscere, poiché presenta una grossa macchia azzurra al centro del corpo e altre quattro più caudali azzurre con il contorno nero e giallo. Inoltre, come la sogliola pelosa, ha una fascia scura a forma di V sul peduncolo caudale.

Il rombo liscio o soaso (Scophthalmus rhombus) ha i primi raggi della pinna dorsale sfilacciati e ha una forma più spigolosa rispetto al rombo chiodato.

Il rombo chiodato (Scophthalmus maximus) ha degli scudetti ossei nella parte pigmentata e una conformazione più ovoidale rispetto al rombo liscio. È importante specificare che i giovanili di rombo chiodato non presentano gli scudetti ossei e quindi si riconoscono utilizzando la pinna dorsale che non ha i primi raggi sfilacciati.

Il rombo quattrocchi (Lepidorhombus boscii) presenta una colorazione più chiara rispetto al rombo liscio e chiodato, inoltre ha quattro macchie due sull’estremità caudale della pinna dorsale e due sull’estremità caudale di quella anale.

Il rombo giallo (Lepidorhombus whiffiagonis) ha la stessa colorazione del rombo quattrocchi, ma non presenta le macchie sulle pinne dorsale e anale.

Il rombo di rena (Bothus podas) è di dimensioni inferiori rispetto agli altri rombi, ha gli occhi molto distanziati (il maschio più della femmina) e presenta macchioline bianche su tutta la parte pigmentata.

La platessa (Pleuronectes platessa) ha la testa rivolta verso destra come le sogliole, ma l’opercolo non ricoperto di pelle come i rombi ed è ricoperta di piccole macchioline rosse.

La passera (Platichthys flesus) ha la testa rivolta a destra e l’opercolo non ricoperto di pelle e presenta due file di tubercoli ossei.

La lingua di cane (Symphurus nigrescens) ha la testa rivolta a sinistra come i rombi, ma ha l’opercolo coperto di pelle come le sogliole; inoltre non presenta una pinna caudale definita, ma il corpo termina a punta con la pinna dorsale e anale che si uniscono.

Luna Lorito

382 Views
Tag :

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Top
L'Utilizzo dei cookie migliorano il nostro sito . Continua ad utilizzare questo sito web, dai il consenso all'utilizzo dei cookie . More details…