Blue Box. Scognamiglio, la liberalizzazione e le catene
In evidenza

08 Marzo 2018
Author :  

“È vero che il decreto sulla liberalizzazione delle Blue Box (il sistema di localizzazione satellitare dei natanti della flotta peschereccia nazionale), ha indubbiamente portato vantaggi economici tra gestori e imprese nei contratti di manutenzione e del traffico, ma resta pur sempre un’ulteriore esborso economico da parte delle imprese di pesca. Questo ha infatti rappresentato un incremento dei costi di gestione non riverberabili direttamente sul prezzo di vendita del pescato." È questo il commento di Gennaro Scognamiglio, Presidente di Unci Agroalimentare, alla Circolare diramata dalle Capitanerie di Porto per l’adeguamento al D.M. 13/04/’15 per la Liberalizzazione degli apparati di controllo della flotta peschereccia nazional”.

"È pur vero che le leggi vanno rispettate ma ci si poteva pensare prima! - ha ribadito Scognamiglio - Si poteva cioè creare una rete di comunicazione Terra-Mare-Terra che nella gestione rappresentasse una reale semplificazione nel controllo delle unità da pesca. La sensazione del ceto peschereccio è che questo, più che di sicurezza, rappresenti una sorta di braccialetto elettronico di controllo. Insomma, - ha sottolineato il Presidente Unci Agroalimentare - l’ennesima Circolare che fa legge. Il rammarico – ha concluso Scognamiglio – è che la proposta di Legge già licenziata alla Camera e pronta in Senato non ha trovato il suo varo."

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Top
L'Utilizzo dei cookie migliorano il nostro sito . Continua ad utilizzare questo sito web, dai il consenso all'utilizzo dei cookie . More details…