Salmone e non solo. EUMOFA, gli highlights del mercato ittico europeo
In evidenza

13 Marzo 2018
Author :  

Il salmone è da secoli l'alimento base della dieta europea e, secondo i dati forniti dal nuovo numero  EUMOFA, il salmone Atlantico (Salmo salar) è la specie acquicola più importante d'Europa.

Il salmone selvaggio dell'Atlantico è catturato principalmente in Norvegia, Islanda, Regno Unito e Irlanda, la Norvegia rappresenta circa il 60% del totale. Nel 2016, le catture nominali preliminari del salmone atlantico in Europa sono state 984 tonnellate, 14 in meno rispetto al 2015.

La sua produzione in acquacoltura è stata relativamente stabile negli ultimi cinque anni rispetto agli anni precedenti. Il picco di tutti i tempi è stato raggiunto nel 2015, con circa 1,5 milioni di tonnellate di WFE (Whole Fish Equivalent). La Norvegia è il più grande produttore, rappresentando l'81% del totale; il secondo più grande produttore, il Regno Unito, rappresenta il 12%.

Il salmone nell'UE viene consumato principalmente fresco o affumicato. Nel 2015, il consumo apparente di salmone d'allevamento di 2,17 kg pro capite ha rappresentato un aumento del 40% rispetto al decennio precedente. Nel 2016, Francia, Regno Unito, Germania, Italia e Spagna sono stati i maggiori consumatori dell'UE di questa specie.

I principali fornitori di salmone atlantico verso l'UE nel 2016 sono stati la Norvegia, le Isole Faroe e il Cile, con la Norvegia che rappresenta l'84% del totale.

Le esportazioni dell'UE di salmone, che provengono principalmente dal Regno Unito, sono principalmente fresche o congelate. I filetti affumicati hanno la maggiore quota di valore.

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Top
L'Utilizzo dei cookie migliorano il nostro sito . Continua ad utilizzare questo sito web, dai il consenso all'utilizzo dei cookie . More details…