Il Belize triplica l'area di pesca "no-take"
In evidenza

10 Aprile 2018
Author :  

Il Belize ha annunciato al recente World Ocean Summit tenutosi in Messico a marzo che espanderà le sue aree “no-take” dal 3% fino a oltre il 10% entro la fine del 2018. Le zone vietate sono una sorta di area marina protetta messa a disposizione dal governo per prevenire attività di pesca o minerarie nell'area designata, in modo da ricostruire le popolazioni ittiche e aiutare a proteggere gli habitat marini critici.

"Siamo un paese dipendente dai nostri mari per lavoro, reddito e cibo. Stiamo facendo questo passo perché la cultura e la salute delle nostre comunità sono strettamente collegate alle barriere e alle attività di pesca", ha affermato Beverly Wade del Belize Fisheries Department.

L'ampliamento delle zone di divieto prende piede dal successo del programma del Belize Territorial Use Right for Fishing (TURF) implementato nel 2016, che ha dato a pescatori e comunità di pesca il controllo su specifiche aree geografiche per la pesca, come la responsabilità di aiutare a gestire quelle aree e osservare i regolamenti per garantire la sostenibilità. 

"Queste estese zone di divieto di pesca combinate con la pesca sostenibile sono essenziali per raggiungere gli obiettivi del Belize per la conservazione ambientale e la biodiversità, fornendo al contempo una fonte di sana alimentazione e sicurezza alimentare e posti di lavoro in alcune delle nostre comunità più vulnerabili", ha affermato Wade.

105 Views
Tag :

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Top
L'Utilizzo dei cookie migliorano il nostro sito . Continua ad utilizzare questo sito web, dai il consenso all'utilizzo dei cookie . More details…