Ricerca. Gli allevamenti di cozze in mare aperto possono aumentare la biodiversità
In evidenza

01 Agosto 2017
Author :  

Gli allevamenti di cozze in mare aperto possono avere un impatto positivo sulla biodiversità, questo è quello che emerge da un progetto di ricerca attualmente in corso sulla costa meridionale dell'Inghilterra. Diretto da Emma Sheehan dell'Università di Plymouth, il progetto sta studiando l'impatto che l’allevamento di cozze più grande d'Europa sta avendo sull'ecosistema circostante.

Sebbene l'impianto d'avvevamento - che mira a produrre 10.000 tonnellate di bivalvi all'anno entro il 2020 - non sia ancora completo, l'indagine finora ha prodotto risultati estremamente incoraggianti, in particolare in relazione alla biodiversità. Danielle Bridger (Plymouth University, ), ha dichiarato: "Durante il progetto abbiamo creato quattro stazioni di ricerca nell'azienda agricola, quattro stazioni di controllo situate a 500 metri, e altri quattro a 4 km . Fino ad ora, le stazioni all'interno dell’azienda hanno raccolto molte più prove di vita, ed è particolarmente incoraggiante trovare specie come granchi marroni, capesante e aragoste che stanno prosperando nel sito".

Quando sono stati presentati i piani da parte della Offshore Shellfish, per la realizzazione dell’allevamento di cozze in mare aperto nella baia di Lyme, sulla costa sud di Devon, molti pescatori locali hanno espresso opposizione all'idea dal momento che li avrebbe esclusi da 15 chilometri quadrati delle loro zone tradizionali di pesca. Tuttavia, le scoperte di Danielle, fatte fino ad oggi, nonché le prove aneddotiche di accresciute catture nelle vicinanze delle linee di cozze, hanno incoraggiato la speranza che i pescatori capiranno presto il reale valore dell’azienda.

Gli studi sull'impatto dell’allevamento sono ormai in corso dal 2013. "Gli allevamenti di crostacei in mare hanno la tendenza a provocare un cambiamento nelle comunità dentro e intorno a loro," osserva Danielle ", e può creare condizioni anossiche sotto cui l'aumento del materiale organico, causato da cozze e feci cadenti, può creare una perdita di biodiversità. Tuttavia, questo non è ancora stato nel sito di Lyme Bay. Non sono stati trovati effetti dannosi sulla fauna bentonica," conferma Danielle ", e sebbene ci sia stato un accumulo di cozze sotto il sito, questi accumuli sembrano attirare più specie come granchi, aragoste, stelle marine e sgombri ".

Tale progetto potrebbe contribuire a sostenere la teoria - sempre più diffusa tra gli allevatori di molluschi e alghe - che le strutture di acquacoltura possono agire come preziosi vivai per una serie di specie. Se questo può essere sostenuto da una solida ricerca, anche i pescatori più scettici dovrebbero iniziare a sostenere l'emergere di tali aziende.

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Top
L'Utilizzo dei cookie migliorano il nostro sito . Continua ad utilizzare questo sito web, dai il consenso all'utilizzo dei cookie . More details…