L'Europa deve puntare maggiormente sull'acquacoltura
In evidenza

01 Marzo 2018
Author :  

L'acquacoltura europea mostra segni di ripresa dopo oltre un decennio di stagnazione, ma è necessario un sostegno molto più ampio per il settore da parte degli stati membri dell'Unione europea, a sostenerlo il Commissario europeo per l'ambiente, gli affari marittimi e la pesca Karmenu Vella.

Con una crescita del quattro per cento in volume e dell'8 percento in guadagni tra il 2014 e il 2015 e profitti che superano i 400 milioni di euro, l'acquacoltura dell'UE sta generando più valore che mai. Eppure alla conferenza E.U. Aquaculture – Farmed in the E.U. Regions, organizzata dalla Commissione Europea e dal Comitato delle Regioni per mostrare alcune delle storie di successo del settore, Vella ha sottolineato la necessità di un sempre maggiore coinvolgimento da parte dei decisori regionali.

"L'acquacoltura può offrire cibo e posti di lavoro in un modo rispettoso dell'ambiente. La pianificazione, l'autorizzazione e in definitiva il successo dell'acquacoltura nell'UE sono nelle mani delle nostre regioni e degli Stati membri. Contiamo su di voi per sostenere gli investimenti in questo settore promettente", ha detto Vella.

Vella ha dichiarato ai delegati di considerare l'acquacoltura un pilastro fondamentale della sicurezza alimentare globale ed europea. "Dobbiamo ora pianificare maggiori forniture di pesce, molluschi e alghe in modo sostenibile e responsabile", ha affermato. "Certo, dobbiamo continuare il nostro lavoro sulla pesca selvatica sostenibile, ma se vogliamo ottenere più prodotti ittici, dobbiamo guardare all’acquacoltura".

"Collettivamente possiamo coltivare più pesce preservando e migliorando le nostre acque e la biodiversità. Possiamo ridurre la nostra dipendenza dai pesci d'importazione, dove le credenziali ambientali potrebbero non corrispondere ai nostri severi standard", ha affermato Vella.

"A livello locale, offre ai cittadini pesce sostenibile di alta qualità sostenendo al contempo le imprese e le comunità locali, ci porterebbe ad avere maggiore sicurezza sugli standard di produzione".

Il Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP) fornisce 1,2 miliardi di EUR per l'acquacoltura. Questi fondi sono disponibili per aiutare le aziende agricole a investire, crescere, diventare più innovative ed efficienti e anche ad attirare più investimenti privati.

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Top
L'Utilizzo dei cookie migliorano il nostro sito . Continua ad utilizzare questo sito web, dai il consenso all'utilizzo dei cookie . More details…