Nuove tecnologie nell’allevamento dei molluschi bivalvi
In evidenza

09 Marzo 2018
Author :  

La mitilicoltura negli ultimi anni sta subendo un’evoluzione tecnologica, anche se, per il momento, nella maggioranza degli allevamenti, le informazioni, che devono essere trasmesse tra le varie parti di un allevamento, sono ancora in formato cartaceo e vengono utilizzati colori e disegni per capire, ad esempio, quale maglia va rincalzata o quale sia pronta al commercio.

Inoltre, in questi ultimi anni, si stanno intensificando gli eventi climatici estremi, che causano gravi perdite nel settore; perciò i produttori non riescono a garantire sempre ai clienti una fornitura continua oppure adeguata alle esigenze degli stessi.

Aquafarm 2018 ha permesso di dare un’anteprima di molte nuove tecnologie nella molluschicoltura che riguardano ogni aspetto: dalla scelta di dove collocare l’allevamento a un aiuto nel gestire le informazioni, fino ai centri di depurazione. In particolare sono stati presentati dei metodi per selezionare i siti da destinare alla molluschicoltura attraverso l’utilizzo di dati satellitari. Queste mappe prendono in considerazione diverse variabili, come, ad esempio, la temperatura dell’acqua e la presenza di clorofilla (per determinare un accrescimento dei molluschi), la profondità dell’acqua, le correnti (per capire anche dove sarebbero andate le feci dei molluschi), eccetera. Inoltre queste mappe ottenute sono combinate con altre, che considerano le aree di pesca e quelle costiere per i bagnanti. In questo modo, a livello regionale, si riesce facilmente a selezionare le aree che si possono destinare alla molluschicoltura e quelle che avranno uno scopo diverso.

Inoltre sono stati presentati dei software che permettono di gestire più facilmente le informazioni tra le diverse parti dell’allevamento. In questo modo si eliminerebbe tutta la carta e, istantaneamente, le informazioni sarebbero aggiornate e disponibili a tutte le parti interessate. Inoltre, su questi software si mantiene la tracciabilità di ogni lotto di produzione e, pian piano che è utilizzato, verranno calcolate delle statistiche di crescita che aiuteranno i produttori nell’allevamento. Si ha anche una programmazione sulle manutenzioni fisse che sono ricordate dal software.

Infine, sono stati presentati dei sistemi per eliminare la schiuma nei centri di depurazione. Uno dei problemi maggiori, infatti, è cercare di eliminare la fase proteica nelle vasche. Solitamente si usano degli schiumatoi, dove le proteine, grazie al sistema Venturi, a contatto con l’aria, formano una schiuma che poi viene eliminata. Quest’ultima, spesso, viene tenuta in bacinelle e, essendo sporca, dopo deve essere concentrata per essere eliminata, rendendo difficile questo procedimento. Invece, attraverso nuovi metodi, la schiuma può essere trasformata in liquido dopo essere stata trattata con una sostanza chimica sicura a livello sanitario. In questo modo l’eliminazione è molto più pratica e veloce.

La molluschicoltura, quindi, sarà destinata ad un aumento delle tecnologie che la coinvolgono, soprattutto per quanto riguarda la gestione delle informazioni, piuttosto che sui metodi di produzione, che sono ormai ottimizzati.

Luna Lorito

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Top
L'Utilizzo dei cookie migliorano il nostro sito . Continua ad utilizzare questo sito web, dai il consenso all'utilizzo dei cookie . More details…