Lorito. Gamberi. Impariamo a distinguerli
In evidenza

18 Maggio 2018
Author :  

Con l’arrivo dell’estate si va in vacanza e aumenta il consumo di gamberi, ma esistono tantissime specie di gamberi ed è molto difficile fare distinzione. Cercheremo di fare un po’ di chiarezza e fornirvi consigli pratici da utilizzare al banco pescheria.

Il gambero di fiume europeo (Astacus astacus) ormai non si trova quasi più sui mercati, poiché è una specie molto sensibile; il dorso si presenta bruno, mentre il ventre è più chiaro e i pereiopodi sono rossastri nella parte inferiore.

Il gambero di fiume turco (Astacus leptodactylus) ha una colorazione ventrale chiara e a livello dorsale può variare da brunastra a verdognola a giallastra.

Il gambero rosso della Louisiana (Procambarus clarkii) è una specie di fiume i cui adulti presentano una colorazione rossastra, mentre i giovanili una grigiastra; tuttavia dopo la muta possono diventare prevalentemente bluastri.

Il gambero grigio (Crangon crangon) è, ovviamente, di colore grigiastro, che talvolta tende al giallo o al verde e ha la superficie cosparsa di puntini nerastri.

Il gamberetto (Palaemon adspersus) è anch’esso grigiastro tendente al verdastro e si distingue dai cromatofori brunastri nella parte inferiore del rostro e da alcune fasce giallastre nelle articolazioni dei pereiopodi.

Poi è presente un altro gamberetto (Palaemon elegans) sempre di colorazione grigiastra tendente al giallo o al verde, ma ha strisce nerastre trasversali sul margine posteriore dei segmenti addominali e longitudinali sul carapace; inoltre ha i pereiopodi azzurri con le articolazioni giallo-arancioni.

In seguito c’è un altro gamberetto (Palaemon serratus), che è grigio-rossastro con fasce nerastre intere o spezzate su tutti i segmenti addominali e sul carapace e ha i pereiopodi con strisce rosso-arancioni sulle articolazioni.

Il gamberetto boreale (Pandalus borealis) è distinguibile grazie alla colorazione rosata o rosso chiaro.

Il gambero rosso (Aristaeomorpha foliacea) è rosso sangue con riflessi violacei sulla parte dorsale del carapace.

Il gambero viola (Aristeus antennatus) è rosso chiaro con sfumature violacee nella parte dorsale del carapace e lungo le congiunzioni dei segmenti addominali.

Il gambero rosso atlantico (Plesiopenaeus edwardsianus) è rosso brillante con il dorso più scuro rispetto al ventre.

Il gambero indopacifico (Metapenaeus monoceros) ha una colorazione che varia da rosata a grigio-verdastro con una punteggiatura biancastra e la corda con la parte terminale blu-violacea.

Il gamberone indopacifico (Metapenaeus affinis) è di colore rosa-brunastro con alcuni puntini verdastri su tutto il corpo e ha la particolarità di avere il bordo della corda bianco-giallastro.

Poi è presente un altro gamberone indopacifico (Metapenaeus brevicornis), che si differenza per una colorazione giallastra-biancastra con punteggiatura bluastra su tutta la superficie.

In seguito c’è un terzo gamberone indopacifico (Metapenaeus ensis), che si presenta rosato-verdastro con la presenza di puntini bruno scuro e la parte terminale della corda bluastra-violacea. Inoltre presenta sul dorso una linea quasi nera.

Il gambero rosa (Parapenaeus longirostris) è rosa tendente all’arancio con sfumature violacee sul carapace.

Il gambero atlantico (Parapeneopsis atlantica) ha una colorazione rosa pallida con la parte distale della corda giallastra sfumata fino al bruno.

Il gambero gigante indopacifico (Penaeus monodon) raggiunge i 35 cm (è il più grande di tutti) e ha un colore bruno-verdastro; sull’addome, inoltre, presenta delle bande trasversali gialle e brune, che continuano sulla corda, che ha il margine rossastro.

La mazzancolla (Penaeus japonicus) ha una colorazione grigiastra-rosata chiara e presenta sul corpo delle bande trasversali nerastre (nell’ultimo segmento addominale è incompleta), che continuano anche sul rostro e sulla coda ci sono tre fasce di colori diversi che, andando verso la parte posteriore, sono: bruna, gialla e blu.

Poi c’è un’altra mazzancolla (Penaeus kerathurus) che ha lo stesso colore della specie precedente, ma ha bande trasversali verdastre (nell’ultimo segmento addominale è completa) e la coda ha una fascia rossastra e una bluastra.

La mazzancolla indopacifica (Penaeus semisulcatus) ha una colorazione bruno-verdastra con bande trasversali giallo chiaro talvolta tendente al grigio negli adulti, mentre i giovanili sono di colore crema con fasce scure sui segmenti addominali; in entrambi i casi, le antenne presentano bande scure e chiare alternate.

La mazzancolla atlantica (Penaeus notialis) si presenta variabile da rosa e giallastra, senza macchie scure sugli ultimi segmenti della parte addominale.

La mazzancolla tropicale (Penaeus schmitti) è traslucida tendente al blu pallido-grigio e ha sfumature verdastre.

La mazzancolla bianca indopacifica (Penaeus indicus) non è bianca, ma giallastra con punteggiatura verdastra su tutta la superficie; inoltre sull’addome è presente un segmento dorsale brunastro e la parte finale della corda è rossastra.

Luna Lorito

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Top
L'Utilizzo dei cookie migliorano il nostro sito . Continua ad utilizzare questo sito web, dai il consenso all'utilizzo dei cookie . More details…