Etichettatura errata mette a rischio la salute degli stock ittici vulnerabili
In evidenza

02 Luglio 2018
Author :  

Alcuni biologi dell'Università di Salford (Regno Unito) hanno analizzato con l'utilizzo del metodo del DNA barcoding prodotti ittici venduti come dentici e provenienti da mercati, pescherie e ristoranti in Nord America, Europa, Asia, Australia e Nuova Zelanda. Su 300 dentici controllati ben 67 le diverse specie trovate, e di ben 16 famiglie diverse, con il 40% dei prodotti risultati essere etichettati in modo errato.

La dott.ssa Donna-Maree Cawthorn, autrice principale dello studio, ha dichiarato: "È scoraggiante appurare che i consumatori, in tutto il mondo, non sanno veramente cosa stanno mangiando, quando scelgono un dentice. I paesi sviluppati si affidano sempre più a prodotti ittici catturati in acque lontane, spesso nei paesi in via di sviluppo, ma l'attuale sistema commerciale non riesce a tenere traccia di questa complessa catena di approvvigionamento".

Il Regno Unito un Paese con elevati errori di etichettatura 

Lo studio, pubblicato il 22 giugno su Conservation Letters, dimostra che l'utilizzo di un nome generico per commercializzare il pesce non riconosce la grande diversità delle specie raccolte dai mari di tutto il mondo.

I paesi, come il Regno Unito, che si basano in particolare sui prodotti ittici importati, sembrano aver accumulato la più grande diversità di specie e i più elevati tassi di errore di etichettatura, anche a seguito di severe normative, come i regolamenti dell'UE.

Tra le specie scambiate, ce ne sono alcune in via di estinzione, e molte altre per le quali non ci sono informazioni sulle dimensioni e sulla salute dei loro stock.

Lo studio conclude che senza sforzi coordinati per migliorare il commercio internazionale e la tracciabilità dei prodotti, rafforzando nel contempo i controlli, le popolazioni selvatiche di molte specie rischiano di scomparire.

Suspendisse at libero porttitor nisi aliquet vulputate vitae at velit. Aliquam eget arcu magna, vel congue dui. Nunc auctor mauris tempor leo aliquam vel porta ante sodales. Nulla facilisi. In accumsan mattis odio vel luctus.

Top
L'Utilizzo dei cookie migliorano il nostro sito . Continua ad utilizzare questo sito web, dai il consenso all'utilizzo dei cookie . More details…